Su e giù per le

LANGHE IN VESPA

La tua esperienza nelle Langhe in sella alla Vespa si animerà di paesaggi unici, habitat dei migliori vini del Piemonte e d’Italia, e di tradizioni culinarie rivisitate in chiave moderna. In altre parole, l’accoglienza del territorio langarolo ti farà sentire a casa, all’insegna di sapori, colori, strade e scorci che non hanno eguali al mondo.

Sì, proprio così, qui l’unicità è percepibile in ogni dove, è autentica e concreta. Al di là di quello che dicono le guide, l’intero Piemonte è stata nominata da Lonely Planet: “la Regione più bella al mondo”, con le Langhe in primo piano, luogo da scoprire e vivere.

Per esplorare questo territorio, il mezzo di trasporto migliore è la Vespa: brevi distanze, strade strette che si inerpicano tra le colline, fin su al “bricco” e parcheggi che, alle volte, sono già pieni di macchine. Se viaggi nelle Langhe su due ruote, viaggi bene. Te lo assicuriamo: puoi godere di un paesaggio che, in qualsiasi stagione dell’anno, ha la sua personalità, il suo fascino e racconta storie diverse.
Quella che vogliamo raccontarti qui, si sviluppa lungo tragitti che diventano capitoli di una storia, anche breve, ma molto intensa.

Su e giù per le

LANGHE IN VESPA

La tua esperienza nelle Langhe in sella alla Vespa si animerà di paesaggi unici, habitat dei migliori vini del Piemonte e d’Italia, e di tradizioni culinarie rivisitate in chiave moderna. In altre parole, l’accoglienza del territorio langarolo ti farà sentire a casa, all’insegna di sapori, colori, strade e scorci che non hanno eguali al mondo.

Sì, proprio così, qui l’unicità è percepibile in ogni dove, è autentica e concreta. Al di là di quello che dicono le guide, l’intero Piemonte è stata nominata da Lonely Planet: “la Regione più bella al mondo”, con le Langhe in primo piano, luogo da scoprire e vivere.

Per esplorare questo territorio, il mezzo di trasporto migliore è la Vespa: brevi distanze, strade strette che si inerpicano tra le colline, fin su al “bricco” e parcheggi che, alle volte, sono già pieni di macchine. Se viaggi nelle Langhe su due ruote, viaggi bene. Te lo assicuriamo: puoi godere di un paesaggio che, in qualsiasi stagione dell’anno, ha la sua personalità, il suo fascino e racconta storie diverse.
Quella che vogliamo raccontarti qui, si sviluppa lungo tragitti che diventano capitoli di una storia, anche breve, ma molto intensa.

Sulla Vespa in Langa alla

SCOPERTA DEL BAROLO

Si dice che chi viene in Langa lo faccia per due motivi: per il vino e per il Barolo. Già perché se le centinaia di aziende vitivinicole che si trovano in Bassa e Alta Langa producono una quantità notevole di varietà di vino, chi viaggia da queste parti lo fa per assaggiare lui, sua Maestà, il Barolo.

Da dove partire?

Perciò, tappa imprescindibile del tuo viaggio è proprio Barolo con il suo Castello, le sue viuzze, il suo Museo del Vino: una “Hall of Fame”, dedicata ai migliori produttori e ai frutti del loro duro lavoro. 

Da Barolo a Novello, da Alba a Barbaresco, passando prima per Neive, Serralunga d’Alba, La Morra, Grinzane Cavour o Monforte: siamo in Langa nelle terre del Barolo. Solo qui si può vinificare il Barolo, nei cosiddetti “Cru”, cioè gli appezzamenti di terreno dove si trovano le vigne. Lo dice un “disciplinare” di vendemmia, ma lo dice anche la storia contadina che qui è vecchia di secoli. 

In vino “veritas”, in Vespa “utilitas”

L’abbinamento tra le Langhe, e la sua storia di tannini, con la Vespa è perfetto: le tappe serrate e i luoghi da visitare meritano tempo e attenzione. Quella da dedicare a chi incontri in vigna, a chi ogni giorno lavora qui e racconta il rapporto con queste terre e con il vino. La Vespa allora torna utile, molto utile. 

Puoi perderti in questi paesaggi, su e giù per le colline, dove tutto parla di vino e di tradizioni da rispettare e tramandare, prima di tutto a tavola. Allora dopo aver percorso strade e stradine, visitato borghi e castelli, fotografato scorci da cartolina, è tempo di rifocillarsi. Ma dove? 

La scelta è tanta, vasta ed eterogenea e accontenta tutti i palati. A pranzo un piatto più veloce, come dei tajarin al ragù di salsiccia. Mentre, a cena, qualcosa di più romantico ed elegante, come la cena in un ristorante panoramico, magari stellato, con una serie di portate impreziosite da una delle eccellenze del territorio: il tartufo bianco d’Alba.

SCOPRI I TOUR

selezionati per te

I Castelli delle Langhe tra storia e mistero

115


50 sfumature di Nebbiolo tra Langhe e Roero

115


Le Cattedrali Sotterranee e il Barbaresco

115


Sua Maestà delle Langhe: il Barolo in Vespa

115


SCOPRI I TOUR

selezionati per te

Iscriviti a Tour in Vespa News

Resta aggiornato sul lancio di nuovi tour e promozioni esclusive: riceverai preziosi consigli per vivere al meglio TourinVespa!

Iscriviti a Tour in Vespa News

Resta aggiornato sul lancio di nuovi tour e promozioni esclusive: riceverai preziosi consigli per vivere al meglio TourinVespa!

Lasciati Ispirare

Cosa visitare in vespa

Tour in Vespa alla scoperta della magnificenza sabauda, attraverso Piazza Solferino, Piazza Vittorio Veneto e Piazza San Carlo, fino alle suggestive Cattedrali Sotterranee del vino nelle Langhe.

Torino in vespa

Un tour in vespa alla scoperta della maestosità sabauda, attraverso Piazza Solferino, Piazza Carlo Felice, Piazza Vittorio Veneto, la piazza più grande d’Europa, e Piazza San Carlo.

Dove mangiare in vespa

Da Torino alle Langhe, dalla città alla collina, passando per le residenze del gusto: tour dedicati agli appassionati dei tajarin, degli agnolotti del plin e del buon vino.

Lasciati Ispirare