VISITA TORINO

in sella alla Vespa

Quando pensi a Torino, ti viene in mente: città industriale, città della Fiat, città grigia? E poi ti chiedi: ma cosa c’è da fare a Torino? Alt, fermo lì e riavvolgi il nastro. La capitale sabauda è cambiata nel profondo.
Torino è una città tutta da scoprire, in continuo movimento e in perenne trasformazione. È diventata una meta per gli amanti dell’enogastronomia grazie ad Eataly, Salone del Gusto e Mercato Centrale. Allo stesso tempo, è patria della cucina gourmet, con i suoi sette ristoranti stellati Michelin.

Dopo essere stata la città delle Olimpiadi invernali 2006, è diventata anche la capitale dello Sport mondiale. È la seconda casa di Cristiano Ronaldo che qui ha portato la sua famiglia. Inoltre, dal 2021 ospiterà anche le ATP Finals, l’evento più importante per tutti gli amanti del tennis.

Cultura, enogastronomia, sport la fanno da padrone, insieme alla mitica Vespa.
Torino è infatti Vespa friendly: dal centro alla periferia, le distanze da coprire sono a portata di scooter. Da Piazza Castello, una delle grandi piazze che bisogna visitare, fino alla Reggia di Venaria, un gioiello alle porte di Torino, sono sufficienti 20 minuti di Vespa, a prescindere dal traffico.

VISITA TORINO

in sella alla Vespa

Quando pensi a Torino, ti viene in mente: città industriale, città della Fiat, città grigia? E poi ti chiedi: ma cosa c’è da fare a Torino? Alt, fermo lì e riavvolgi il nastro. La capitale sabauda è cambiata nel profondo.
Torino è una città tutta da scoprire, in continuo movimento e in perenne trasformazione. È diventata una meta per gli amanti dell’enogastronomia grazie ad Eataly, Salone del Gusto e Mercato Centrale. Allo stesso tempo, è patria della cucina gourmet, con i suoi sette ristoranti stellati Michelin.

Dopo essere stata la città delle Olimpiadi invernali 2006, è diventata anche la capitale dello Sport mondiale. È la seconda casa di Cristiano Ronaldo che qui ha portato la sua famiglia. Inoltre, dal 2021 ospiterà anche le ATP Finals, l’evento più importante per tutti gli amanti del tennis.

Cultura, enogastronomia, sport la fanno da padrone, insieme alla mitica Vespa.
Torino è infatti Vespa friendly: dal centro alla periferia, le distanze da coprire sono a portata di scooter. Da Piazza Castello, una delle grandi piazze che bisogna visitare, fino alla Reggia di Venaria, un gioiello alle porte di Torino, sono sufficienti 20 minuti di Vespa, a prescindere dal traffico.

Cosa puoi visitare a

TORINO IN VESPA?

Allacciate bene il casco perché si parte. Visitare Torino in Vespa vuol dire scegliere un mezzo di trasporto adatto a questa città. Le sue vie, i suoi viali alberati, le strade che costeggiano il fiume Po, sono tutte percorribili in sella ad una Vespa.

Da dove partire?

Dal centro sicuramente. Tranquilli, non c’è zona Ztl dove non si possa passare in Vespa. Qui si trovano la Mole Antonelliana, simbolo di Torino, sede del Museo del Cinema, e il Museo Egizio, secondo al mondo per le sue collezioni di reperti. E poi le piazze della città. Piazza San Carlo è il salotto di Torino: nobile, elegante, sabaudo. In mezzo il Caval d’brons, uno dei simboli della città e sotto i portici le grandi griffe della moda si alternano ai caffè storici dove poter far aperitivo a fine giornata.
Poi piazza Vittorio Veneto, la piazza con portici più grande d’Europa, una terrazza sulla città da cui si può ammirare la Chiesa della Gran Madre, la collina, perfino Superga là in cima alla collina.
Si deve poi visitare piazza Castello dove si trovano Palazzo Madama e il Palazzo Reale con i suoi sontuosi giardini, fino giù in piazza Solferino e piazza Statuto avvolta da sempre nel mistero per le storie che accompagnano il monumento che spicca in mezzo alla piazza. In sella alla Vespa gli spostamenti sono veloci: scendi, visita, risali. E proseguiamo. Ma dove?

Oltre al centro di Torino dove posso andare in Vespa?

Torino non è solo il suo centro, è molto, ma molto di più. Risaliamo in sella e partiamo. Su e giù per la collina fino a Superga da dove si può ammirare la città in tutta la sua bellezza. E poi di nuovo giù lungo le sponde del fiume Po verso la Reggia di Venaria, tappa imprescindibile. Patrimonio dell’Unesco, la Reggia non è una “piccola Versailles”, la Reggia è la Reggia: la sua storia è unica. E’ una storia di rinascita da anni bui, è la storia di un recupero architettonico che ha portato un gioiello alla luce, visitato da migliaia di persone ogni anno. Qui si può arrivare comodamente in Vespa passando prima allo Juventus Stadium, la “casa” della Juventus e di Cristiano Ronaldo. Lo stadio si trova sulla strada e per gli appassionati di sport può essere una visita molto interessante.

SCOPRI I TOUR

selezionati per te

Regine e Re in Vespa, le residenze Sabaude

97


Assaggi e spuntini a Torino

97


Sulla collina di Torino e ritorno in città

97


Torino Sua Maestà: di piazza in piazza

97


SCOPRI I TOUR

selezionati per te

SCOPRI I TOUR

selezionati per te

Iscriviti a Tour in Vespa News

Resta aggiornato sul lancio di nuovi tour e promozioni esclusive: riceverai preziosi consigli per vivere al meglio TourinVespa!

Iscriviti a Tour in Vespa News

Resta aggiornato sul lancio di nuovi tour e promozioni esclusive: riceverai preziosi consigli per vivere al meglio TourinVespa!

Lasciati Ispirare

Langhe in vespa

Da Barolo a Novello, da Alba a Barbaresco, passando prima per Neive, Serralunga d’Alba, La Morra o Grinzane Cavour: questi tour sono nelle Langhe, nelle terre dove nasce il Barolo.

Dove mangiare in vespa

Da Torino alle Langhe, dalla città alla collina, passando per le residenze del gusto: tour dedicati agli appassionati dei tajarin, degli agnolotti del plin e del buon vino.

Cosa visitare in vespa

Tour in Vespa alla scoperta della magnificenza sabauda, attraverso Piazza Solferino, Piazza Vittorio Veneto e Piazza San Carlo, fino alle suggestive Cattedrali Sotterranee del vino nelle Langhe.

Lasciati Ispirare